Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni leggi la cookie Policy

Privacy Policy
FacebookTwitterWordpressYoutube

ECCELLENZA: ASPETTANDO BAVENO - STRESA

Quarta giornata di ritorno con il derby borromaico fra Baveno e Stresa che si disputerà domenica 9 febbraio allo stadio "Galli".

Lo Stresa ha visto interrompersi bruscamente contro il Rivoli la mini serie positiva in cui aveva conquistato 7 punti. Non è riuscito ad allontanarsi ulteriormente dalla zona play out che è appena 2 punti in meno dei 22 che hanno i ragazzi di Frino. Una zona difficile di classifica, che vede al penultimo posto l'avversario di domenica, i cugini del Baveno. La squadra di patron Zacchera non vince dal 17 novembre, 2-0 al Rivoli. In quasi due mesi ha ottenuto solamente due pareggi, 0-0 a  Valdengo  e 2-2 a Biella. Ha subito 3 sconfitte in casa: 0-1 dalla Pro Eureka, 0-3 dal Pont Donnaz e 2-3 dall'Accademia Borgomanero e 2 in trasferta, 1-0 a Borgovercelli e 2-1 a Cigliano dall'Alicese Orizzonti. Mercoledì sera ha disputato a Novarello la finale regionale di Coppa Italia. Come già successo il 12 gennaio 2013 a Cossato contro la Pro Settimo e il 7 febbraio 2018 a Vinovo contro la Pro Dronero, neanche stavolta si è riusciti a portare il trofeo sul lago. Il sogno si è infranto nei tempi supplementari, quando il marocchino Kamal Rizq ha segnato il decisivo 2-1 che ha premiato i torinesi del Chisola, allenati da Fabio Nisticò. Per i bavensei una delusione dal punto di vista del risultato, che non scalfisce la positiva prestazione offerta da tutta la squadra che fino all'ultimo ha provato ad aggiudicarsi la coppa, per potere ritrovare anche un po' di morale dopo gli ultimi risultati negativi. Ora c'è un derby con in palio punti importanti per tutte le due contendenti, il Baveno lo affronterà senza l'allenatore Rino Molle che si è dimesso, dopo avere conquistato 17 punti in 18 partite. Come suo successore è stato scelto il novarese Giorgio Rotolo, ma domenica sarà in panchina Roberto Portalupi, attuale allenatore in seconda e che nella sua lunga carriera di calciatore ha conquistato anche due salvezze con la maglia dello Stresa nel 1985 e 1986. Le due squadre si sfidano per la quarta volta in questa stagione. Le tre precedenti sono state disputate tutte a settembre. Domenica 1 vittoria stresiana in trasferta in Coppa Italia, con Kouadio e Menabò e gol della bandiera di Salzano. Dieci giorni dopo, risultato ribaltato con doppietta di Salzano e gol decisivo di Romano, che resero vana la rete di Kouadio. La sera di sabato 28, nella quarta di andata, esplosione di gioia in casa Blues che all'89' pareggia con Scienza lo spettacolare gol del 15' del primo tempo, siglato dall'albanese Amadio Gjonaj, l'uncio realizzato dal ventiquattrenne proveniente dai bresciani dello Sporting Franciacorta. Dei 22 gol segnati in campionato, la metà portano la firma del capitano Roberto Salzano, poi ci sono i 3 di Romano, uno di Motetta, Prandini, Salice, Stanglini e di due dei tanti ex dello Stresa, Beretta e Ramalho. Gli altri che hanno indossato anche la maglia del team del direttore generale Ristagno, sono Danzo, Eliseo, Gitteh, Romano e il portiere Poletti che finora ha giocato solamente contro la Pro Eureka, subendo un gol nei minuti finali. Le altre 25 reti sono state incassate dagli altri tre portieri finora utilizzati: Andrea Chiodi (1988), 11 presenze e poi andato al Fenegrò, 3 per Andrea Boatto (1994) tornato a dicembre, 3 per Claudio Bordin, classe 1995 giunto dalla Sestese. Nello Stresa che in trasferta, gli ex della sfida sono Barantani, Frascoia, Moia, Rossi e Scibetta ed è atteso il rientro di Campanaro che ha scontato il turno di squalifica. 

SPONSOR

Copyright © Stresa Sportiva 2020

Template by Joomla 2.5 Templates