Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni leggi la cookie Policy

Privacy Policy
FacebookTwitterWordpressYoutube

PROMOZIONE 10^GIORNATA: BRUTTO STRESA A FOMARCO

Lo Stresa perde 2-1 l'attesa sfida di Pieve Vergonte contro il Fomarco che, trascinato nei venti minuti iniziali da Margaroli capitalizza i tre punti in palio, superando anche lo Stresa in classifica.

Poteva essere la partita della svolta, doveva esserlo per lo Stresa alla ricerca della continuità nei risultati. Invece la corazzata borromaica rompe le righe per una ventina di minuti e subisce le incursioni nemiche che si trasformano in un 2-0 nel giro di sette minuti. Bortoletto schierato dal primo minuto su un campo pesante e difficile mette la firma sul gol della speranza, ma lo Stresa non riesce a rendere concrete le azioni create e Lattanzio ci mette del suo anche per garantire i tre punti al suo Fomarco.

LA CRONACA

Il Fomarco schiera un 4-4-2 con Lattanzio tra i pali, Daniele Piffero, Orsi, Ferrari e Mattia Piffero in difesa, Gambale, Ceretti, Silvestri e Paris in mediana e capitan Trentani e Margaroli nel tandem offensivo. Lo Stresa risponde con Barantani, Suini, Minocci, Manzini e Ramalho nel modulo difensivo, con un rombo a centrocampo i cui vertici verticali sono Moia e capitan Lego mentre Motta e Cunati si posizionano in fascia. Puzzello e Bortoletto sono i terminali offensivi. Mister Foti al quarto d’ora deve stravolgere i piani perché Cunati dà forfait a causa di un dolore alla gamba. Al suo posto Poletti che cavalcherà la fascia.

I TEMPO

La prima azione è di marca ossolana, il Formarco  al 5’ colpisce la traversa con Margaroli. I padroni di casa approfittano dello sbando momentaneo dei ragazzi di Foti e al 7’ Margaroli va a gonfiare la rete di Barantani. L’arbitro annulla la marcatura per presunta posizione di fuorigioco, prendendo il primo abbaglio della giornata. Sempre Margaroli crea scompiglio nell’area stresiana all’8’ quando però Barantani gli prende il tempo in un’uscita da manuale. All’11 Margaroli parte in contropiede sulla destra, poi serve Trentani che con l’intera porta a disposizione sceglie di calciare proprio dove Barantani può far sua la sfera. Cunati al 15’ alza bandiera bianca, per lui problemi ad una coscia. Al suo posto entra Poletti che si posiziona in fascia sinistra, pronto a percorrerla. Al 17’ l’episodio che apre le marcature: Margaroli parte i fuorigioco sulla fascia e Minocci nel tentativo di rubargli la sfera lo atterra in area. Calcio di rigore ineccepibile, ma l’arbitro prende il secondo abbaglio nella valutazione delle posizioni di offside. Dal dischetto lo stesso Margaroli che infila un bolide alla sinistra di Barantani per il gol del vantaggio. Lo Stresa prova  a reagire al forcing dei padroni di casa al 19’ con Puzzello che serve un cross alto per la testa di Bortoletto, ma la deviazione si perde sul fondo. Al 24’ il Fomarco trova il raddoppio con Margaroli che da calcio piazzato prova ad infilare Barantani: il portiere complice la pioggia che rende viscida ogni cosa non trattiene e Ceretti, accorrente in area, ribadisce in rete in scivolata. Al 26’ lo Stresa risponde con un tiro di Bortoletto, su cui Lattanzio interviene impeccabilmente. Al 34’ Suini dopo aver galoppato sulla fascia crossa per Puzzello che in semirovesciata prova a gonfiare la rete, senza trovare fortuna. Al 37’ Bortoletto non riesce a coordinare il tiro con Lattanzio fuori dai pali e al momento della conclusione la sfera è rimpallata dalla difesa. Al 47’, in pieno recupero Puzzello serve  un traversone invitante a Bortoletto che, complice l’uscita a vuoto di Lattanzio, colpisce la sfera e accorcia le distanze.

II TEMPO

Lo Stresa parte subito forte e al 2’ Poletti serve Puzzello che trova Bortoletto smarcato: Lattanzio però si oppone magistralmente alla botta del bomber borromaico. Al 13’ Puzzello si incarica della battuta di un corner e Lego va alla conclusione, ma la palla finsce fuori dal rettangolo di gioco. Al 14’ Ramalho crossa per Bortoletto, fermato però in posizione di fuorigioco. Al 15’ cambio per lo Stresa: anzi no, perché Cosentino viene fatto accomodare a bordocampo in quanto provvisto di calzamaglia “non regolamentare”. Al 17’ però il cambio è cosa fatta, Bortoletto tira il fiato e Cosentino cercherà di insinuarsi nella zona presidiata da Alessio Ferrari. Ma è il Fomarco ad andare vicino alla terza marcatura con Margaroli che al 17’ ancora su calcio di punizione colpisce il palo dietro alla barriera stresiana. Al 19’ Puzzello batte a rete da calcio di punizione, ma Lattanzio manda in corner. Al 22’ Cosentino dal fondo serve Motta che colpisce di testa e manda incredibilmente fuori: a prescindere dall’esito della conclusione l’arbitro aveva fermato il gioco per posizione di offside dell’accorrente Motta, mandando in scena a terza colossale svista. (Forse un ripasso al regolamento per ciò che concerne la dinamica del fuorigioco sarebbe consigliabile). Lo Stresa al 30’ perde Puzzello: l’arbitro sventola sotto gli occhi attoniti dell’attaccante stresiano il cartellino rosso. La colpa? Aver mandato letteralmente a “quel paese” un tifoso dietro la porta, con l’arbitro di spalle, che quindi pensava di essere l’oggetto dell’improperio. Il Fomarco in superiorità numerica ci riprova con Margaroli al 33’, ma Barantani devia in corner. Al 35’ Ramalho dalla distanza scaglia il tiro, ma una deviazione fortuita lo spedisce sulla traversa. Lo Stresa assedia l’area avversaria, al 38’ ci prova Moia con un tiro insidioso respinto coi piedi da Lattanzio. Proprio l’atteggiamento del portiere di casa,che impiega attimi eterni nel rimettere in gioco la sfera, ma soprattutto quello dell’arbitro timoroso forse nell’estrarre il secondo giallo per lo stesso fallo ai danni di Lattanzio, provoca le proteste di Tosoni che deve quindi abbandonare il campo su richiesta esplicita del direttore di gara. Al 40’ Minocci subisce fallo e deve stare a bordocampo a causa di un taglio al naso. Dopo quattro minuti di recupero, con lo Stresa in nove e il Fomarco rintanato nella propria area finisce la partita. Il Fomarco batte lo Stresa e diventa la terza forza del campionato alle spalle dell’Omegna capolista e del tandem Oleggio e Ceversama Biella. I ragazzi di Foti dovranno lavorare nel corso della settimana sui propri errori, cercando di trovare quella tranquillità agonistica che consenta di approcciare nel giusto modo alla gara. Domenica si torna al “Forlano” per la sfida contro il Cavaglià.

IL TABELLINO

FOMARCO DON BOSCO: Lattanzio, A. Ferrari, Orsi, D.Piffero, Gambale (27'st M.Martinetti), M.Piffero, Trentani, Ceretti, Silvestri ( 41'st Olzeri), Margaroli, Silvestri, Paris.

A disp.: Taddio, Ventura, Celeste, M.Ferrari, S.Martinetti

All.: Daniele Massoni (Squalificato), in panchina Cardea.


STRESA SPORTIVA: Barantani, Suini, Manzini, Minocci, Moia, Ramalho (41'st Fortis), Motta, Cunati (15'pt Poletti), Bortoletto (17'st Cosentino), Puzzello, Lego

A disp.: Rizzon, Caramella, Di Carlo, Simeoni

All.: Antonello Foti (squalificato),in panchina Gianni Tosoni

MARCATORI: pt.: 17' Margaroli (rig), 24' ceretti, 47' Bortoletto

Ammoniti: Lattanzio, Orsi, Trentani, Minocci, Motta, Lego

Espulsi: Puzzello al 30'st.

SPONSOR

Copyright © Stresa Sportiva 2018

Template by Joomla 2.5 Templates