Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni leggi la cookie Policy

Privacy Policy
FacebookTwitterWordpressYoutube

PROMOZIONE: ASPETTANDO CAVAGLIA' -STRESA

 

Il campionato di Promozione entra nella fase finale. Ancora solo cinque partite in calendario per emettere i verdetti attesi un'intera stagione.

(con la collaborazione di A. Marguglio)

Nella 26^ giornata lo Stresa sarà ospite del Cavaglià reduce dalla sconfitta contro l'Oleggio, formazione tornata al successo dopo quattro giornate, ad indicare che tutte le squadre, nell'arco di una stagione, possono subire un calo di tensione, salvo poi recuperare le energie e tornare a lottare per il vertice, traguardo ambito.  Sfida importante per le due compagini coinvolte: lo Stresa è alla ricerca di preziosi punti in chiave playoff, obiettivo sfuggito lo scorso anno e più che mai alla portata della formazione di Foti, mentre il Cavaglià, affidato alla guida tecnica di Buglione da fine novembre, è alla ricerca di punti per evitare la palude dei playout, distante solo tre punti.  Il cammino in campionato della formazione granata racconta che dei 23 punti conquistati, 14 sono stati ottenuti sul terreno casalingo, vero fortino, dunque, da dover conquistare. Il Cavaglià tra le mura amiche ha fermato sul pari Omegna e Oleggio. Nelle dieci giornate del girone di ritorno sino ad ora disputate, il Cavaglià ha ottenuto 8 punti, rimanendo costantemente invischiato nella lotta per non retrocedere. La gara di andata rappresentò la partita della svolta nella stagione borromaica. Lo Stresa infatti sembrava essere lontano dall’obiettivo stagionale minimo, perché discontinuo sul campo. Dopo la gara contro i granata, la formazione di Foti è tornata a dire la sua in campionato, chiudendo il girone di andata con una risalita in classifica che ha di fatto riproposto i colori borromaici tra le favorite del torneo. La partita di novembre fu decisa dal gol del rientrante Brambilla e dalla rete di capitan Lego. Il capitano borromaico era tra gli artefici del ritorno in Promozione nel 2003 proprio contro il Cavaglià quando la squadra allenata da Gianni Lipari tornò in Promozione dopo un’assenza durata ben 14 anni. Ora nessuno dei due protagonisti della gara di andata, per motivi diversi, è a disposizione di mister Foti che si trova anche senza Minocci, causa squalifica e con il dubbio Suini, al rientro da una convalescenza post-operatoria. La partita contro il Fomarco è stata dispendiosa dal punto di vista dell’energia mentale messa in campo e ha sottolineato punti di forza e debolezze della compagine stresiana.Il pareggio a reti bianche è un risultato che si è ripetuto 3 volte nell’arco delle 25 partite giocate dalla seconda miglior difesa del campionato che in 7 partite ha concluso il match senza subire reti, ma in altrettanti incontri non è neppure riuscita a segnare. Nei precedenti delle ultime due stagioni si legge una strana consuetudine: lo Stresa è sempre andato in vantaggio subendo poi la rimonta da parte degli avversari. La gara del 3 aprile 2011 racconta del doppio vantaggio borromaico, con gol di Motta e De Nicolo a cui rispose Saia con una tripletta. Il 30 ottobre 2011 lo Stresa, capolista solitaria e imbattuta, andò in vantaggio con la doppietta di Bortoletto, alla quale rispose la doppietta di Vitale (classe 1976 e  anche lui in campo nello spareggio di Momo dell'8 giugno 2003) che determinò il pareggio finale e pronto a sfidare anche domenica il suo coetaneo sul fronte d'attacco opposto. Lo Stresa giocherà per la vittoria, per mantenere la distanza di sicurezza dal terzo posto, nel caso di concomitante successo dell’Oleggio, in attesa di poter giocare lo scontro diretto tra due turni proprio con la formazione di Ferrero e anche per sfatare la tradizione che abbiamo appena descritto.

 

 

 

SPONSOR

Copyright © Stresa Sportiva 2018

Template by Joomla 2.5 Templates