Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni leggi la cookie Policy

Privacy Policy
FacebookTwitterWordpressYoutube

PROMOZIONE: IL PUNTO SUL CAMPIONATO

Grazie all'analisi accurata di Andrea Marguglio, andiamo a ripercorrere i momenti salienti del 2013 borromaico.

Lo Stresa nell' arco dell' anno solare è risultata essere la squadra del VCO ad avere totalizzato più punti, per la precisione 62 (21 nelle 15 giornate di ritorno della passata stagione e 41 in quella attuale che è giunta alla pausa natalizia dopo 16 giornate), precedendo il Fondotoce a 60, Omegna (con due partite in più disputate) e Piedimulera a 56. Gli ossolani possono anche vantare 3 successi nei play off.

In queste 31 partite di campionato, la squadra del presidente Pozzo ha vinto 18 volte, 8 sono stati i pareggi e 5 le sconfitte. Domenica 15 dicembre a Domodossola è stata interrotta l'imbattibilità che durava dall'ultima giornata dello scorso campionato, quando con la sconfitta casalinga per 2-3 con il Ceversama si è conclusa la lunga esperienza di 9 campionati con il tecnico Antonello Foti.

Un radicale cambiamento a livello tecnico e un rinnovamento a livello di organico, con l'inserimento di molti nuovi giovani ad affiancare altri elementi con un po' più di esperienza, per iniziare un nuovo percorso, sempre con l'intenzione di ottenere risultati positivi e guardare con fiducia al futuro.

Alla conduzione della squadra, un allenatore con un bagaglio tecnico importante a livello di settore giovanile e in cerca di riscatto dopo l'infelice esperienza a Domodossola, in cui, risultati sportivi a parte, non è comunque venuta meno la serietà, competenza e professionalità del suo operato.

La scelta di puntare su Fabio Bolzoni si è dimostrata finora perfetta, i risultati sono la prova inequivocabile dell'ottimo lavoro svolto e vanno anche ben oltre le più rosee aspettative.

Avere dominato l'intero girone di andata conquistando 41 punti, con 13 vittorie (le prime 10 consecutive), 2 pareggi, migliore attacco con 44 reti (tante quante realizzate in tutto il campionato 2012/2013) non ha precedenti nella pluricentenaria storia borromaica.

Ad aumentare il prestigio di quanto finora è stato compiuto, ci sono anche soltanto 14 reti subite che ne fanno insieme all'Oleggio e al Varallo e Pombia, la migliore difesa del campionato. Il “Forlano” è diventato il fortino inespugnabile, con tutte le squadre che finora hanno varcato il cancello di via Fiume, che  hanno poi lasciato il medesimo sempre a mani vuote. Il fattore campo è uno degli elementi importanti che  finora permette di guardare tutti dall'alto con ben 10 punti di vantaggio sulla sorprendente, fino a un certo punto, neo promossa Biogliese Val Mos. Ma non ci si può cullare sugli allori, perchè da qui alla fine del campionato, ogni giornata nasconderà le sue insidie e niente potrà essere scontato o deciso in partenza, prima che ogni singola partita venga disputata.

Una squadra che merita ampiamente i giusti tributi per quello che ha ottenuto fino ad ora ed è difficile scegliere chi si è rivelato più meritevole di altri, quando un grande gioco di squadra permette a tutti di dare il proprio contributo alla causa comune.

Una grande squadra deve avere una grande difesa e quella dello Stresa lo sta ampiamente dimostrando con il portiere Fabrizio Allioli che ha anche neutralizzato un rigore a Licaj della Romentinese, mentre ne ha subito uno da Franzetti della Virtus Cusio, da Lazzarini del Varallo e Pombia, da Margaroli del Fomarco e da Bisesi dell'Oleggio. Da quattro partite interne nessuno ha più violato la propria porta. Sia lui che Alessio Ferrari sono stati i giocatori sempre presenti in tutte le 16 partite di campionato. In costante crescita è il diciottenne terzino Riccardo Cerri. Senza Ivan Gibbin, l'altro elemento cardine della “muraglia” stresiana, sono arrivate le uniche sconfitte ufficiali: il 29 agosto in coppa Italia con il Piedimulera e domenica al “Curotti” con la Juve Domo. In entrambe le circostanze era squalificato. Un vero leone, leader combattente è anche Matteo Terzi, che ha dato il suo apporto realizzativo sbloccando il risultato ad Oleggio e prima ancora nell'anticipo serale del 5 ottobre con il Varallo e Pombia, segnando ad un minuto dal 90' il gol che ha spezzato l'equilibrio di una partita che stava per terminare 1-1.

Grande onore al merito a Franco Faraci, il bomber che con 11 reti (2 triplette, a Juve Domo e Castellettese, 2 doppiette, con Dufour e Galliate e un gol con il Fomarco) è stato il dominatore sino ad inizio dicembre della classifica marcatori, poi un infortunio agli adduttori con il Cossato l'ha costretto ad un po' di settimane di assenza ed ora appena rientrato, la cattiva sorte si è di nuovo ricordata di lui e durante la sosta del campionato non potrà essere disponibile per gli allenamenti con i suoi compagni. Il reparto avanzato può vantare 2 figli d'arte che stanno dando il loro importante contributo: Andrea Piraccini con 7 gol, anche lui tutti su azione e Demetrio Lipari che ne ha segnati 6 ( 2 decisivi su rigore, rispettivamente con il Cameri e ad Ornavasso con il Piedimulera), il reparto offensivo è completato da Federico Cosentino, autore di 5 reti e con un finale di girone d'andata in continua crescita. Un gol decisivo a 10 minuti dalla fine con la Virtus Cusio è quello realizzato da Christian Caramella.

Non manca l'apporto realizzativo dei centrocampisti: 4 reti per Luca Ambrosiani (tutte in casa: 2 al Galliate, una al Cossato e una magia con la Romentinese), 3  tutte dagli undici metri per Marco Dugnani (2 a Valle Mosso e una a Gravellona con il Fomarco), 3 per Francesco Soldati (una doppietta a Valdengo e il momentaneo 3-0 con il Fomarco). Un gran bel gol anche per Federico Motta che ha aperto le marcature con il Cossato.. Anche un'autorete a favore, di Clerici della Castellettese.

In ultimo, anche il provvisorio secondo posto nella classifica della Coppa Disciplina, dietro alla Virtus Cusio che ha questo primato fra tutte le 64 squadre piemontesi della Promozione.

 

Tanti numeri raggianti per i “Blues”, che settimana dopo settimana hanno saputo regalare emozioni, entusiasmo, gioie ai loro sostenitori, che in costante crescita,  nel nuovo anno sognano che tutto questo possa proseguire e con il tecnico Bolzoni, che dopo un mese di assenza forzata per problemi di salute, tornerà a guidare i suoi ragazzi da bordo campo ed il conto alla rovescia per la partita con la Dufour è già iniziato....!

SPONSOR

Copyright © Stresa Sportiva 2018

Template by Joomla 2.5 Templates