Questo Sito utilizza cookie tecnici e di profilazione di terze parti. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni leggi la cookie Policy

Privacy Policy
FacebookTwitterWordpressYoutube

IL GIRONE DI RITORNO DELLO STRESA IN SERIE D

Ripercorriamo le 17 giornate del girone di ritorno nel primo storico campionato di serie D disputato dallo Stresa.

Dopo la sosta per le festività di fine anno, ma in cui lo Stresa ha svolto regolari allenamenti e vinto con un gol di Paolo Scienza l'amichevole del 29 dicembre a Romentino, il 6 gennaio inizia il girone di ritorno e lo Stresa ospita la Fezzanese. Al gol all'11' di Battistello, replica sempre su azione d'angolo al 25' la compagine spezzina con De Martino. Al 31' della ripresa anche Papini segna il suo primo gol in maglia Blues, ma non basta per tornare al successo fra le mura amiche, in quanto a due minuti dal 90', Baudi è decisivo come nel match d'andata e permette alla sua squadra di conquistare un prezioso punto salvezza. Per i borromaici il rammarico di una ghiotta occasione sfumata, che avrebbe dato morale e ossigeno per la classifica. Seconda di ritorno a Lavagna  e con la simpatica presenza dell'inviato di "Striscia la notizia" Cristiano Militello, arriva la sconfitta per 2-0. Una punizione di porro al 16' e Gnecchi al 92' sono decisivi a favore dei liguri.  Il 20 gennaio impegno interno contro il Chieri. Una partita in cui tutto gira per il verso sbagliato, nel primo tempo si infortunano Bratto e Diaw, al 41' Frascoia subisce il secondo cartellino giallo e i torinesi segnano su rigore con Gaeta. Nella ripresa anche Papini viene espulso e in contropiede al 39' con Gasparri la squadra di Manzo raddoppia. Ultima domenica di gennaio al "Valerio Bacigalupo" di Savona. Con una formazione ampiamente rimaneggiata e con il debutto del difensore centrale Nicola Vecchio, arrivato dalla formazione laziale del Flaminia, i "Blues" perdono 2-0 contro la squadra di Grandoni. Ci pensa Virdis su rigore al 17' e poi raddoppia dopo 2 minuti dall'inizio del secondo tempo. La nevicata del 1° febbraio decreta il rinvio della sfida salvezza contro il Borgaro. Si riparte il 10 febbraio, nell'altro match con in palio punti pesanti, ma a Dronero non si va oltre lo 0-0 che non aiuta nessuno. Nel recupero di tre giorni dopo, sta scaturendo un altro risultato a reti bianche, ma al 93' Bertoglio atterra Pinelli entrando in area. Rosso per il portiere e l'ex centravanti del Verbania mette alle spalle di Barantani e permette di agganciare lo Stresa all'ultimo posto con 15 punti. Il 17 febbraio trasferta a Sanremo. La squadra di Lupo passa in vantaggio al 31' con Montanaro, , poi al 34' un rigore di Papini permette l'interruzione realizzativa che durava da 499 minuti. Mentre sta per essere portato a casa un prezioso pareggio sul campo della seconda in graduatoria, arriva l'ennesima beffa in zona Cesarini e Molino segna il gol del 2-1 al 92'. Il 24 febbraio sfida interna con la rivelazione del campionato. Come all'andata la partita si decide nei minuti finali: all'84' Menegazzo per la squadra genovese, poi Armato pareggia al 90'. Un punticino che non cambia la situazione, con la squadra lacuale sempre ultima e viene deciso che Luca Colombo non proseguirà più alla conduzione della squadra. Quattro pareggi in 10 partite rappresentano il magro bottino in due mesi e mezzo con il tecnico valtellinese. La società decide che fino al termine del campionato, saranno il preparatore dei portieri Diego Mora, coadiuvato dal direttore sportivo Filippo Biscuola a condurre la squadra. L'inizio avviene a Sestri Levante il 3 marzo, ma nella domenica carnvalesca, non riesce di fare uno scherzo alla squadra di Costanzo Celestini. I rossoblu si impongono 2-0. Al 24' autorete di Rosato e raddoppio di Croci al 37' del secondo tempo. Salgono a 12 le partite senza vittorie. La sosta di una domenica, in quanto la rappresentativa di serie D impegnata al torneo di Viareggio è utile per ricompattare il gruppo che decide di lottare fino in fondo, finchè ci sarà la speranza di potere conquistare un posto per i play out. Il 17 marzo c'è il ritorno al successo interno dopo 117 giorni. E' il Milano City di Ezio Rossi che viene battuto al "Forlano". Al 14' Battistello e Agnesina al 4' della ripresa confezionano il 2-0 che ridà morale e speranza a tutta la squadra. La prima domenica di primavera vede lo Stresa farsi onore sul campo della dominatrice del campionato, ovvero la capolista Lecco. Al vantaggio dei blucelesti con Capogna al 40', risponde Scienza con un eurogol al 5' del secondo tempo, ma un superlativo Barantani, si deve arrendere al 90' al colpo di testa  di Fall, che come all'andata con la maglia del Sanremo, non fa sconti contro i Blues. Altra sfida salvezza il 31 marzo. Contro l'Arconatese in un momento negativo, arriva il prezioso 2-1. Apre le marcature al 40' Agnesina su rigore, pareggio dei milanesi con Mboup al 18' della ripresa e poi il decisivo 2-1 di Armato al 27'. Il 7 aprile viaggio ad Inveruno, contro la quarta in classifica. Al 21' ancora Agnesina sblocca il risultato, pareggio dei padroni di casa al 41' con Chessa e al 21' della ripresa, Paolo Scienza si alza dalla panchina e scocca un imparabile tiro all'incrocio dei pali che porta lo Stresa a 25 punti, alimentando ulteriormente le speranze del miracolo sportivo. Sabato 13 aprile anticipo contro il Bra che però si conclude dopo mezzora, perchè si infortuna l'arbitro. Giovedì 18 aprile, lo scontro diretto a Borgosesia vede prevalere la squadra di Marco Didu con un gol di Vitiello a16 minuti dalla fine. Il 24 aprile è l'incessante pioggia che riempie impraticabile lo stadio stresiano ad impedire il recupero contro il Bra. Domenica 28 aprile, 364 giorni dopo l'apoteosi contro il Piedimulera, con lo 0-4 contro la Folgore Caratese, arriva la certezza aritmetica del ritorno in Eccellenza. Mercoledì 1° maggio finalmente si può recuperare la partita contro il Bra che termina senza reti e i giallorossi di Fabrizio Daidola sono gli unici a non essere riusciti a violare la porta stresiana. Ultima giornata al "Natal Palli" di Casale Monferrato, dove il 25 agosto in Coppa Italia era iniziata ufficialmente la stagione. Due reti per i nerostellati, Cintoi al 32' e Villanova al 3' del secondo tempo. Lo Stresa riesce solamente a dimezzare lo svantaggio al 24' con Diaw, proprio lui, il terzino goleador, autore del primo assoluto dello Stresa in serie D contro la Lavagnese, della prima vittoria interna, contro il Sestri Levante. Si arriva così al termine di questa intensa stagione, chiusa con 26 punti, gli stessi del Borgaro, con un risultato sportivo negativo, ma con l'obiettivo di potere ripartire in Eccellenza determinati per riprovare l'impresa compiuta un anno fa.

SPONSOR

Copyright © Stresa Sportiva 2019

Template by Joomla 2.5 Templates